1. SKIP_MENU
  2. SKIP_CONTENT
  3. SKIP_FOOTER
  • Marmo Rosso Verona per la Maternità (dal n. 669 L'Informatore del Marmista)
  • Macchine virtuose (dal n. 667 L'Informatore del Marmista)
  • Realtà virtuale (dal n. 669 L'Informatore del Marmista)
  • Al Cibart di Carrara (dal n. 667 L'Informatore del Marmista)
Marmo Rosso Verona per la Maternità  (dal n. 669 L'Informatore del  Marmista)

Marmo Rosso Verona per la Maternità (dal n. 669 L'Informatore del Marmista)

Macchine virtuose  (dal n. 667 L'Informatore del Marmista)

Macchine virtuose (dal n. 667 L'Informatore del Marmista)

Realtà virtuale (dal n. 669 L'Informatore del Marmista)

Realtà virtuale (dal n. 669 L'Informatore del Marmista)

Al Cibart di Carrara (dal n. 667 L'Informatore del Marmista)

Al Cibart di Carrara (dal n. 667 L'Informatore del Marmista)



Sommario
MATERIALI Le rocce ornamentali della Romania  DESIGN  Ibridazione e flessibilità della pietra naturale MANIFESTAZIONI  Segnali positivi per l'edilizia al SAIE  SCULTURA La fontana da cui zampilla tutto il sapere medievale AZIENDE Compie 40 e guarda al futuro | Globi di luce in gallerie di pietra RUBRICHE Eventi culturali | Novità librarie |Fiere |  Annunci economici | Notizie dalle aziende |Scheda tecnica materiali | In breve

Articolo del mese
Le rocce ornamentali della Romania di Laura Fiora 
Il mercato lapideo della Romania è in crescita e i principali materiali sono: marmo, calcare, travertino, arenaria, granito, diverse vulcaniti (andesiti/trachiti) e vulcanoclastiti. Il mercato interno ha denotato incremento dei consumi, mentre anche in aumento sono risultate le esportazioni. 
Una delle rocce più celebri è il Marmo Ruschita, proveniente da una grossa lente ubicata nella valle Bistra, circa una trentina di chilometri a NE di Caras-Severin. ...Il Travertino più celebre è il Travertino Borsec, pietra storica di Bucharest, anche utilizzato in Russia. Le varietà Carpinis e Banpotoc ornano palazzi della Romania, Germania, Repubblica Ceca, Slovacchia, Ungheria, Russia, Libano, Egitto, Giappone e Israele (Brana et al., 1986). 
Le arenarie calcaree sono perlopiù glauconitiche e sono porose: non rappresentano un materiale molto coltivato: il loro uso fu in prevalenza storico. 
Il tufo è economicamente importante per l’elevato tenore in zeoliti. Si tratta di rocce vulcanoclastiche verdi, bianche e gialle provenienti da Alunis, Cepari, Darja, Macicas e Paglisa-Stoiana. 
Nel campo del “Granito” la cava di maggiori dimensioni è quella del granito a riebekite ed egirina (Turconia-Jacopdial), attiva fin dal 1880. Esistono diverse varietà di “Granito” di vario colore (Greci, Macin), comprendenti sia rocce magmatiche intrusive che metamorfiche...

 

« Indietro