1. SKIP_MENU
  2. SKIP_CONTENT
  3. SKIP_FOOTER
  • Macchine virtuose (dal n. 667 L'Informatore del Marmista)
  • Marmo Rosso Verona per la Maternità (dal n. 669 L'Informatore del Marmista)
  • Al Cibart di Carrara (dal n. 667 L'Informatore del Marmista)
  • Realtà virtuale (dal n. 669 L'Informatore del Marmista)
Macchine virtuose  (dal n. 667 L'Informatore del Marmista)

Macchine virtuose (dal n. 667 L'Informatore del Marmista)

Marmo Rosso Verona per la Maternità  (dal n. 669 L'Informatore del  Marmista)

Marmo Rosso Verona per la Maternità (dal n. 669 L'Informatore del Marmista)

Al Cibart di Carrara (dal n. 667 L'Informatore del Marmista)

Al Cibart di Carrara (dal n. 667 L'Informatore del Marmista)

Realtà virtuale (dal n. 669 L'Informatore del Marmista)

Realtà virtuale (dal n. 669 L'Informatore del Marmista)



SOMMARIO
MANIFESTAZIONI Marmomacc e la cultura della pietra DESIGN Marbleous garden, il giardino incantato ARCHITETTURA Il premio internazionale architetture di pietra  MATERIALI  Rocce basaltiche nel Veneto  | Una stazione ferroviaria e i suoi marmi | La pietra materiale per arredo giardini  | Le varietà dei marmi bianchi italiani  AZIENDE Dellas e l'arte di tagliare il marmo RUBRICHE Eventi culturali | Fiere | Annunci economici | Notizie dalle aziende | Scheda tecnica materiali |In breve

Articolo del mese
Rocce basaltiche nel Veneto di Laura Fiora 
L’attività vulcanica basica in Veneto si è manifestata in una dozzina di fasi tutte di breve durata e coprenti l’arco temporale che va dal Paleocene superiore all’Oligocene (Era Terziaria). Le rocce più diffuse sono basalti, alcalibasalti e basaniti con subordinate hawaiiti, trachibasalti e andesiti basaltiche (De Vecchi & Sedea, 1995 con rif. biblio.). Queste vulcaniti si sono intruse in vari livelli della copertura sedimentaria delle Alpi Meridionali (“Pietre tenere”) su un’area che va dal Lago di Garda al fiume Brenta e dalla regione di Trento ai Colli Euganei. Esse sono associate nei Lessini a un importante lineamento tettonico (“Linea di Castelvero”), che si attivò alla fine del Paleocene proprio con l’attività vulcanica. Nei Colli Euganei si è poi sviluppato nell’Oligocene Inferiore anche un vulcanesimo acido che ha prodotto la celebre “Trachite Euganea”. ...Il basalto veneto fu usato un tempo soprattutto per selciato (scivoloso però per i cavalli), materiale da muratura, pietra da macina (ad esempio, estratte a Montecchio Maggiore), vasi e ornamenti vari di opere monumentali. Si osserva nelle pavimentazioni di Verona e nel selciato di Vicenza (Rodolico, 1953). In Verona fu anche usato in sei tondi del diametro di 20-25 cm  incastonati nel marmo bianco sulla facciata della Chiesa di Sant’Anastasia; compare anche sotto forma di ciottoli nelle murature delle fortificazioni di Verona, ma lo si rinviene come materiale da costruzione nelle zone di affioramento o, nel caso di ciottoli, anche lontano da esse.

 

« Indietro