1. SKIP_MENU
  2. SKIP_CONTENT
  3. SKIP_FOOTER
  • Macchine virtuose (dal n. 667 L'Informatore del Marmista)
  • Marmo Rosso Verona per la Maternità (dal n. 669 L'Informatore del Marmista)
  • Al Cibart di Carrara (dal n. 667 L'Informatore del Marmista)
  • Realtà virtuale (dal n. 669 L'Informatore del Marmista)
Macchine virtuose  (dal n. 667 L'Informatore del Marmista)

Macchine virtuose (dal n. 667 L'Informatore del Marmista)

Marmo Rosso Verona per la Maternità  (dal n. 669 L'Informatore del  Marmista)

Marmo Rosso Verona per la Maternità (dal n. 669 L'Informatore del Marmista)

Al Cibart di Carrara (dal n. 667 L'Informatore del Marmista)

Al Cibart di Carrara (dal n. 667 L'Informatore del Marmista)

Realtà virtuale (dal n. 669 L'Informatore del Marmista)

Realtà virtuale (dal n. 669 L'Informatore del Marmista)



SOMMARIO
DESIGN il marmo illumina il design MATERIALI Il valore storico artistico della breccia Issawia | Una sola pietra fatta di centopietre ARCHEOLOGIA  Le ciclopiche teste dei lapicidi olmechi MANIFESTAZIONI  Marmisti sportivi al Passo Tonale RUBRICHE Eventi culturali | Notizie dalle aziende | Fiere | Annunci economici | Il colore della pietra | In breve

Articolo del mese
Il marmo illumina il design di Barbara Valsecchi
La produzione di luce artificiale è una delle più importanti conquiste della scienza, che ha dato un forte impulso allo sviluppo della civiltà, tanto da essere considerata un valido simbolo di progresso. L’uso dell’illuminazione elettrica ha influenzato svariati aspetti della nostra vita e ci ha reso indipendenti dai ritmi naturali del giorno. Nel corso degli anni designer, architetti, ingegneri e artisti si sono cimentati nella produzione di diversi generi di apparecchi luminosi: a sospensione, a parete, da tavolo, da terra, etc, impiegando svariate tecniche di fabbricazione e una notevole varietà di materiali, sintetici e naturali. Sono nate così numerose lampade che testimoniano come, anche nel settore dell’illuminazione, il marmo sia un materiale recuperabile sul piano del design.  Nelle lampade con basamento in marmo si evidenzia l’opposizione tra la pesantezza delle basi e la leggerezza degli elementi verticali mentre in quelle interamente in marmo, più “artistiche” e dall’aspetto più scultoreo, c’è un distacco da questo contrasto. Lampade a parete. Le lampade a parete sono un espediente efficace per illuminare l’ambiente senza ingombranti presenze. Lampade da tavolo. Essenziali per l’illuminazione domestica, le lampade da tavolo e da terra si adattano a ogni situazione e luogo, sono trasportabili da un posto all’altro, decorano gli ambienti e creano atmosfera. .... Lampade da terra. La lampada da terra “Alzabile” (Ignazio Gardella per Azucena) del 1950 è composta da una base di marmo nero tornito del diametro di 20 cm, un’asta regolabile in altezza e un riflettore a cono con snodo, entrambi in ottone lucido o cromato. La lampada da terra “Arco” (Achille e Pier Giacomo Castiglioni per Flos) del 1962 rappresenta la realizzazione di una nuova tipologia di lampadario, quello svincolato dal soffitto. ...La base in marmo bianco Carrara è dotata di un foro, apparente decoro che, attraverso il semplice inserimento di un manico di scopa, permette a due persone il comodo trasporto della lampada senza pericolo di farla cadere o di danni alla schiena. L’elegante stelo è realizzato in acciaio inossidabile satinato profilato a U ed è composto da tre settori telescopici che, scorrendo l’uno dentro l’altro, consentono la regolazione in tre diverse altezze. Il riflettore è costituito da due parti: una calotta fissa con dei fori per facilitare il raffreddamento della sorgente e un anello orientabile in alluminio lucidato.  Pezzi importanti che arredano e creano lo spazio, queste lampade sono fonti d’ispirazione per i futuri designer, attenti a creare oggetti che siano capaci di cogliere e trasmettere le possibilità del marmo nel design. 

« Indietro