1. SKIP_MENU
  2. SKIP_CONTENT
  3. SKIP_FOOTER
  • Marmo Rosso Verona per la Maternità (dal n. 669 L'Informatore del Marmista)
  • Macchine virtuose (dal n. 667 L'Informatore del Marmista)
  • Realtà virtuale (dal n. 669 L'Informatore del Marmista)
  • Al Cibart di Carrara (dal n. 667 L'Informatore del Marmista)
Marmo Rosso Verona per la Maternità  (dal n. 669 L'Informatore del  Marmista)

Marmo Rosso Verona per la Maternità (dal n. 669 L'Informatore del Marmista)

Macchine virtuose  (dal n. 667 L'Informatore del Marmista)

Macchine virtuose (dal n. 667 L'Informatore del Marmista)

Realtà virtuale (dal n. 669 L'Informatore del Marmista)

Realtà virtuale (dal n. 669 L'Informatore del Marmista)

Al Cibart di Carrara (dal n. 667 L'Informatore del Marmista)

Al Cibart di Carrara (dal n. 667 L'Informatore del Marmista)

UNA CADILLAC DI MARMO



Una Cadillac modello 1952 - realizzata nel 1986 negli studi SGF da un blocco di 70 tonnellate di marmo Arabescato estratto nella cava "Cardellino" nel bacino di Colonnata - sarà esposta in piazza Alberica a Carrara dall'8 al 12 giugno 2011 in occasione di Carrara Marble Week.


L'auto di marmo è uno degli esempi più interessanti di Pop Art, scolpita con un anno di intenso lavoro nel 1986 nello studio di Silvio Santini, Paolo Grassi e Mario Fruendi, tre amici, artigiani-artisti tutti formati dall’Istituto Professionale del Marmo in Carrara, che lavorano assieme dal 1972 nello studio che porta le loro iniziali (SGF). È una scultura imponente, lunga 545 centimetri, alta 165 e larga oltre due metri, pesa circa quattordici tonnellate. L’auto, che fa gola a molti collezionisti, non sarà l’unico pezzo presentato a Carrara Marble Week dagli studi SGF che metteranno a disposizione alcune sculture della loro privatissima collezione di Pop Art oltre ad alcuni lavori di Silvio Santini, come Janua, un finissimo “portale” in statuario, che solleciterà l’attenzione di architetti e designer per le suggestioni applicative che farà sicuramente nascere.L’importanza dello studio di Santini, Grassi e Fruendi, la grande storia di rapporti di collaborazione artistica, ma anche di amicizie personali, tessuti nel corso dei decenni con i più grandi artisti del mondo, sarà sottolineata dalla presenza nel catalogo di Carrara Marble Week di opere monumentali realizzate negli studi di Torano come Kontinuitat, scolpita per Max Bill da un enorme cubo di granito di cinque metri, ma anche di “Passage” (la più grande scultura in travertino mai realizzata) firmata da Richard Erdman e collocata nei giardini della Pepsi Cola, senza dimenticare il monumento a Martin Luther King per Larry Kirkland. Sono solo alcuni dei tanti artisti che hanno con SGF una stretta collaborazione, un’elite che comprende fra i tanti anche Maki Nakamura, Michael Esbin oltre a Max Bill, Julio Silva, Richard Deutch, ma anche Mercedes Imenez, Graziano Pompili, Philippe Stark fino a Kobe, Jan Dries e Novello Finotti che in questi giorni sta lavorando a una nuova opera. (Fonte: Ufficio Stampa CarraraFiere)

« Indietro