1. SKIP_MENU
  2. SKIP_CONTENT
  3. SKIP_FOOTER
  • Marmo Rosso Verona per la Maternità (dal n. 669 L'Informatore del Marmista)
  • Al Cibart di Carrara (dal n. 667 L'Informatore del Marmista)
  • Realtà virtuale (dal n. 669 L'Informatore del Marmista)
  • Macchine virtuose (dal n. 667 L'Informatore del Marmista)
Marmo Rosso Verona per la Maternità  (dal n. 669 L'Informatore del  Marmista)

Marmo Rosso Verona per la Maternità (dal n. 669 L'Informatore del Marmista)

Al Cibart di Carrara (dal n. 667 L'Informatore del Marmista)

Al Cibart di Carrara (dal n. 667 L'Informatore del Marmista)

Realtà virtuale (dal n. 669 L'Informatore del Marmista)

Realtà virtuale (dal n. 669 L'Informatore del Marmista)

Macchine virtuose  (dal n. 667 L'Informatore del Marmista)

Macchine virtuose (dal n. 667 L'Informatore del Marmista)

BEST COMMUNICATOR AWARD 2012



Cinque sono le aziende premiate quest'anno e altrettante le menzioni d'onore attribuite nell'ambito di Marmomacc per il Best Communicator Award 2012. Il riconoscimento è andato a Calvasina e Pusterla & Ronchetti  con il progetto di Lorenzo Damiani per "il racconto di una tecnologia evoluta, reso attraverso un percorso ludico-pedagogico costellato di oggetti sorprendenti e accattivanti, capaci di suscitare la curiosità e il desiderio di interazione".

Le altre aziende premiate sono. Odorizzi Porfidi con il progetto di Lucy Salamanca per "un dispositivo comunicativo che evidenzia la trasfigurazione tecnica di un materiale tradizionale attraverso una progressiva smaterializzazione della pietra che, a minimi spessori, si avvicina ad una inattesa trasparenza”; Pibamarmi con il progetto di Grafton Architects per "la forza di un progetto espositivo capace di costruire un paesaggio monomaterico, al contempo domestico ed urbano, nel quale dialogano blocchi a scala architettonica con eleganti elementi a scala d’oggetto"; Prometec con il progetto di Giovanni Giorgi e Alessandro Rustighi per "la capacità di assemblare un volume comunicativo a partire da elementi costitutivi delle macchine utensili, una sorta di container mediatico che al contempo evoca e trascende la natura originaria dei componenti"; Stone Group International con il progetto di Michalis Theofilou per "un’idea che si sviluppa tutta in orizzontale, che condensa sul piano informazione e comunicazione, materia ed emozione,  ricreando uno spazio al cui interno è possibile circolare sempre a contatto con il materiale naturale". La giuria ha inoltre segnalato Citco con Zaha Hadid, Testi Group con Tobia Scarpa, Stone Italiana con Lorenzo Palmeri, Trentino Marketing spa con Monica Armani, Savema Magt con Paolo Armenise + Silvia Nerbi con la seguente motivazione complessiva: “tutti diversi fra loro, questi interventi testimoniano l’eccellenza della qualità e della ricerca. Ironia e monumentalità, architettura e design, didattica e seduzione: cinque percorsi attraverso la contemporaneità della materia". (Fonte Press Office Marmomacc)

« Indietro